DigitalNewsChannel

Windows 10: per molti anzi, per tutti (e gratis per un anno)

Dopo aver più volte parlato di convergenza, in Microsoft si sentono sicuri di essere riusciti ad ottenerla con Windows 10, protagonista assoluto della giornata di ieri, quando la casa di Redmond lo ha ufficialmente svelato al pubblico.

Saltato a piè pari, ma solo a livello di branding, Windows 9, il nuovo OS intende essere una piattaforma unica per più tipologie di dispositivi, sarà gratis per un anno per i possessori delle tre release immediatamente precedenti (7, 8 ed 8.1) e farà uso degli ologrammi.

Windows10 The One

Questo sarà possibile grazie ad Hololens, un visore simile ad Oculus Rift che permetterà utilizzare la realtà virtuale, visualizzando sul display delle immagini 3D che appariranno agli occhi dell'utente come parte dell'ambiente a lui circostante.

Direzione e punto di arrivo comune tra PC, smartphone e tablet anche per Cortana, l'assistente vocale che è ora disponibile per le varie tipologie di device e con il quale la compagnia di Redmond intende sfidare i rivali Now (Google) e Siri (Apple).

Come annunciato in precedenza, Windows 10 segnerà anche l'addio ad Internet Explorer. Anche se in questo caso non è ancora in realtà stato svelato se si tratti di una semplice operazione di rebranding, quanto piuttosto di un prodotto a sé e pertanto che non ha nulla a che spartire con lo storico applicativo di Microsoft.

Per ora si sa che il nuovo browser ha, come nome in codice, Spartan e promette di essere maggiormente al passo con i competitor (Firefox e Chrome in testa), nel tentativo di arginare la fuga di utenti verso le soluzioni concorrenti che è in corso ormai da immemore tempo.

La presentazione di tutta una serie di apparecchi, come il già citato Hololens, ma anche di Surface Hub (un display 4K da 84 pollici ed interfaccia touch che rappresenta una evoluzione in chiave office della lavagna interattiva made in Redmond) e servizi come la business release di Skype, lo streaming da console a PC e mobile, indica che Microsoft intenda per certi versi seguire la strada di Apple.

In questo senso, l'obiettivo sembra essere quello di creare un microcosmo di prodotti e servizi che possano soddisfare la maggior parte delle esigenze dell'utenza, con soluzioni interne o di partner, in uno scenario probabilmente meno chiuso di quanto non avvenga per la casa della mela, ma con lo stesso obiettivo: fidelizzare.

Difficile prevedere quello che potrà essere il successo del progetto Windows 10 e di quanto gli sta al contorno. Sicuramente la platea potenziale è molto vasta, dal momento che il sistema operativo di Microsoft è lungamente il più utilizzato al mondo (oltre il 90% dell'installato – fonte Net Applications), ma questo non necessariamente basterà.

Oltre alla convergenza, che si traduce nella possibilità di utilizzare le stesse applicazioni, realizzate su un'unica piattaforma, su dispositivi appartenenti a tipologie differenti tra loro, la chiave del successo potrebbe realmente stare nell'impiego della tecnologia olografica.

Con essa si potrebbe infatti arrivare a quello che finora è sempre stato il concetto espresso da tutti i player del mercato, vale a dire il dispositivo ideale, che raggruppa cioè in un unico oggetto tutte le caratteristiche dei device oggi esistenti.

Come potrebbe essere, questo apparecchio? Semplicemente uno smartphone, che ha già oggi la potenza elaborativa necessaria a svolgere la maggior parte dei compiti lavorativi ed hobbistici della stragrande maggioranza degli utenti, connesso ad un visore di realtà virtuale, in modo da disporre, a livello di schermo, della dimensione necessaria a tutte le applicazioni, senza sacrificare l'utente su striminziti display da pochi pollici di diagonale, realizzati nel nome della "portabilità".

Volo pindarico? Forse, ma se pensate come trenta anni fa gli ologrammi erano protagonisti di telefilm sci-fi ed oggi sono una realtà che sarà a mesi disponibile per il mercato di massa, vi renderete conto che quanto descritto non sia per nulla utopistico. :)

Fai il login per postare un commento

In Evidenza

Mercati - Big 4

An error occured during parsing XML data. Please try again.

Mercati - Hardware

An error occured during parsing XML data. Please try again.

Mercati - Fotografia

An error occured during parsing XML data. Please try again.
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente