DigitalNewsChannel

Samsung vuole acquisire BlackBerry: sarà la volta buona?

A qualcuno sembrerà la solita notizia messa in giro ad arte per gettare un po' di scompiglio nel già tumultuoso mondo delle telecomunicazioni, altri ci fantasticheranno sopra come già avvenuto più volte in passato quando si è vociferato su una possibile acquisizione di BlackBerry da parte di Samsung.

Che le cose stiano così o meno, nel giorno in cui il colosso coreano annuncia l'assunzione, come responsabile del settore design, di Lee Don-tae, cresciuto alla “corte” di Jony Ive, guru di Apple in questo campo, torna a farsi strada l'ipotesi del passaggio di proprietà della compagnia fondata da Mike Lazaridis.

Blackberry Q10 Samsung Galaxy S4

Come sempre, quando ci sono di mezzo aziende importanti del comparto micro-elettronico, le cifre sono altrettanto significative, dal momento che le indiscrezioni citano un importo di 7,5 miliardi di  dollari che Samsung starebbe valutando di mettere sul piatto accaparrarsi la società canadese.

L'ultima volta in cui si era favoleggiato di un'unione tra le due compagnie era il 2012, quando BlackBerry si chiamava ancora RIM (Research In Motion) ed il marchio coreano era alla ricerca di un sistema operativo alternativo ad Android per i propri prodotti.

Non se ne fece nulla e, nel frattempo, lo scenario cambiò, a tal punto che quell'OS Samsung lo ha sviluppato internamente (Tizen), anche se a tutt'oggi non è ancora stato “spinto” più di tanto ma, anzi, la casa di Seul sta pensando di impiegarlo in altri settori che non siano strettamente legati alla telefonia mobile, come quello delle Smart-tv.

L'interesse della compagnia coreana per BlackBerry è anche motivato dal notevole numero di brevetti di proprietà del brand di Waterloo, oltre 44 mila, di cui 2500 riguardanti la sicurezza, la gestione delle email da terminale mobile, la messaggistica e l'invio e consegna dei pacchetti di dati.

Osservata da questo punto di vista, BlackBerry sarebbe più appetibile per la proprietà intellettuale delle tecnologie a disposizione che non per il valore reale dell'azienda, esattamente come avvenne per Nortel che, nel 2011, vide acquisire il pacchetto completo di brevetti e relative applicazioni per 4,5 miliardi di dollari, pagati da un consorzio formato da Apple, EMC, Ericsson, Microsoft, dalla stessa Research In Motion e da Sony.

Al di là tutto, c'è chi è pronto a scommettere che l'affare non si farà e che Samsung procrastinerà ancora l'acquisto, allo scopo di far scendere il prezzo di una compagnia ormai semi-agonizzante da tempo e che presto potrebbe trovarsi con l'acqua alla gola e svendersi per non dichiarare bancarotta. Business is business...

Fai il login per postare un commento

In Evidenza

Mercati - Big 4

Loading
Chart
o Apple content-type content▼type (content-type%)
o Google content-type content▼type (content-type%)
o IBM content-type content▼type (content-type%)
o Microsoft content-type content▼type (content-type%)

Mercati - Hardware

Loading
Chart
o AMD content-type content▼type (content-type%)
o ARM content-type content▼type (content-type%)
o Intel content-type content▼type (content-type%)
o NVIDIA content-type content▼type (content-type%)

Mercati - Fotografia

Loading
Chart
o Canon content-type content▼type (content-type%)
o Fujifilm content-type content▼type (content-type%)
o Nikon content-type content▼type (content-type%)
o Sony content-type content▼type (content-type%)
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente