DigitalNewsChannel

NEC tra hardware e software: Display Note, Field Analyst e Hiperwall

Indice

La scorsa settimana, nella cornice milanese del MIC, il Museo Interattivo del Cinema, NEC ha presentato le ultime novità in un settore che la vede molto impegnata ormai da qualche anno anche se dal grande pubblico è meno conosciuto del campo propriamente hardware tipico dell’azienda. Parliamo infatti di software e precisamente di tre nuove soluzioni sulle quali il colosso asiatico ha deciso di incentrare i propri sforzi: Display Note, Field Analyst e Hiperwall.

nec

Non c’è da meravigliarsi che, da gigante del settore hardware, NEC si stia man mano addentrando nello sviluppo di software a complemento della sua produzione, anche se, come vedremo tra poco, il legame sia molto meno stringente di quanto si sia portati a credere, e questo non può essere che un bene in un segmento dove le soluzioni aperte sono ormai un fattore di estrema importanza per garantire il successo di un prodotto, in un contesto che vede l’interoperabilità e le possibilità di interconnessione al primo posto tra le esigenze di un mercato in costante e continua evoluzione.

Un connubio tra hardware, software e middleware per creare nuove soluzioni per il business, certo, ma anche per settori importanti e ultimamente molto in voga come l'education e le applicazioni mediche, senza naturalmente mai dimenticare l'advertising ed il marketing.

Si può dire che il legame tra queste tre proposte di NEC sia senza dubbio costituito dai public display che, non a caso, compie proprio in questo periodo i 10 anni dalla sua introduzione sul mercato. LCD di grandi dimensioni, sempre più performanti per venire incontro ad una clientela che ormai richiede standard ben precisi e non si fa più solo attrarre dal numero di pollici ma è attenta alle specifiche e ai risultati ottenibili. Oggi NEC ha in listino prodotti un po' per tutte le esigenze, dai public display in standard DICOM per il settore della sanità, a quelli per applicazioni "colour critical" come l'SV552. Non dimentichiamo poi la recente introduzione dei modelli rispondenti al nuovo standard OPS, gli immancabili pannelli multi-touch, quelli seamless per realizzare videowall e così via per praticamente qualunque settore necessiti di schermi di dimensioni importanti.

In un ottica di mercato, la decisione di NEC di spingere con forza sui public display ha un senso vista l'enorme crescita della domanda negli ultimi anni. Nonostante la crisi che imperversa ovunque, le stime per il 2013 ai attestano su un +10/+13%, prospettiva che naturalmente fa gola a molti. L'Italia tanto per cambiare fa caso a sé e resta parecchio indietro rispetto al mercato globale, ma d'altronde per il nostro Paese è ormai prassi arrivare dopo gli altri quando si tratta di alta tecnologia; eccezion fatta per la telefonia mobile infatti, per il resto si arriva sempre in ritardo. Ritardo che però non ha impensierito NEC a quanto pare, che continua a voler premere sull'acceleratore dell'innovazione anche in Italia (per fortuna) e nella location milanese ha deciso di introdurre anche da noi le novità già viste nella sua roccaforte EMEA in Germania.

In Evidenza

Mercati - Big 4

Loading
Chart
o Apple 143.56 ▲1.29 (0.91%)
o Google 858.33 ▲15.14 (1.80%)
o IBM 160.77 ▲0.39 (0.24%)
o Microsoft 67.31 ▲0.91 (1.37%)

Mercati - Hardware

Loading
Chart
o AMD 13.11 ▲0.11 (0.85%)
o ARM $0.00 (%)
o Intel 36.54 ▲0.22 (0.62%)
o NVIDIA 102.31 ▲0.63 (0.62%)

Mercati - Fotografia

Loading
Chart
o Canon 3,501.00 ▲20.00 (0.57%)
o Fujifilm 4,014.00 ▲27.00 (0.68%)
o Nikon 1,561.00 ▲4.00 (0.26%)
o Sony 3,730.00 ▲138.00 (3.84%)
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente