DigitalNewsChannel

Oppo N1, Xiaomi Mi3 e Meizu MX3: gli smartphone cinesi mostrano i denti

E' finito il tempo in cui uno smartphone cinese equivaleva ad un prodotto di bassa qualità. Ormai esistono produttori in grado di competere, se non per fama, almeno per qualità realizzativa con i grandi brand internazionali. Alcuni marchi in particolare si sono distinti negli ultimi anni per aver lanciato sul mercato terminali molto interessanti a prezzi estremamente competitivi. Parliamo di Oppo, Xiaomi e Meizu, approfittando del fatto che proprio in questi giorni hanno presentato nuovi modelli che non meritano di certo di passare inosservati.

Oppo Xiaomi Meizu

Ultima modifica il Mercoledì, 25 Settembre 2013 07:26

Visite: 3003

Cambiare i DNS: come, quando e perché

Spesso ci viene consigliato per svariate ragioni di controllare o cambiare i DNS per risolvere problematiche riguardo l'utilizzo di Internet, ma non tutti conoscono in effetti la funzione di questo strano acronimo, tanto meno dove mettere le mani. Vediamo quindi di far luce sul loro funzionamento andando per gradi. Per prima cosa: cosa sono i DNS?

Dns 1

Ultima modifica il Lunedì, 15 Aprile 2013 00:15

Visite: 21952

La profondità di campo in fotografia

In ambito fotografico, la profondità di campo è un fenomeno col quale si ha a che fare ogni qualvolta ci si pone dietro la fotocamera per immortalare un soggetto e, sebbene spesso non se ne conoscano i principi di base, ognuno di noi ha imparato che per realizzare uno scatto bisogna prima “mettere a fuoco” ciò che si desidera, poiché generalmente qualche parte della foto rimarrà sfocata.

Oggi ci addentriamo dunque nei meccanismi per i quali certe parti dell’immagine risultano nitide ed altre no, cercando di comprendere come sfruttare la cosa a nostro favore per riuscire infine a stabilire a priori e quindi a controllare l’effetto della profondità di campo sulle foto che andremo a scattare.

Pdc 1

Ultima modifica il Mercoledì, 17 Ottobre 2012 12:44

Visite: 3679

Wi-Fi 802.11ac: la quinta frontiera senza fili

Correva l'anno 2007 quando fece la sua comparsa per la prima volta il wireless in standard IEEE 802.11n. Più veloce, più stabile e più versatile delle precedenti revision, aveva introdotto diverse migliorie che all'epoca avevano fatto vedere il Wi-Fi sotto una nuova luce, finalmente in grado di essere un valido sostituto per le connessioni cablate, o almeno quella era l'idea. Alla prova dei fatti non si poteva infatti chiamarla una rivoluzione; fermo restando che i passi avanti c'erano stati, di lavoro da fare ne restava ancora parecchio.

Le dimensioni sempre maggiori dei file, la crescente richiesta di velocità da parte degli utenti e la maturità raggiunta dall'802.11n, ormai presente anche sui dispositivi più economici, sono tutti fattori che chiedevano a gran voce uno step successivo.

802 11ac 1

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 09:59

Visite: 3193

Le aberrazioni ottiche: come, quando e perché - II parte

Riprendiamo il discorso sulle aberrazioni ottiche che avevamo lasciato in sospeso dopo la trattazione dei fenomeni relativi alla luce monocromatica. Oggi parleremo delle cosiddette aberrazioni cromatiche che, come avevamo accennato, si presentano quando il fascio luminoso viene scomposto nelle sue componenti a seconda della diversa lunghezza d'onda.

Aberrazioni Ottiche 0b

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 10:04

Visite: 4213

Le aberrazioni ottiche: come, quando e perché - I parte

Prima o poi capita a tutti di guardare una foto che appare sensibilmente deformata rispetto alla riproduzione della scena reale che si voleva ottenere. E' un fenomeno assai comune ma del quale spesso si ignorano le cause e che viene ancor più di frequente accettato come un comportamento fisiologico della propria fotocamera. In parte è vero, in parte no.

Chi ha abitualmente a che fare con le reflex e di conseguenza con diversi obiettivi ha ben presente il problema, ma sono in pochi a conoscere le basi di quello che è, a tutti gli effetti, un fenomeno proprio di qualsiasi ottica e per questo una caratteristica immutabile così come ad esempio la lunghezza focale e l'apertura del diaframma. Fortunatamente però non tutto è perduto e le opzioni di correzione oggi non mancano, basta solo sapere quali siano e come utilizzarle.

Per prima cosa partiamo da un assunto inevitabile: la lente perfetta non esiste e non può esistere. Il perché lo vedremo poi, per ora prendiamolo per buono. Da questo deriva direttamente un'altra considerazione: per quanto un obiettivo possa essere di alto livello mostrerà sempre fenomeni di aberrazione più o meno accentuati, e tanto maggiore sarà la qualità di esso (e generalmente quindi anche il costo) tanto minori i difetti riscontrabili (ma non nulli).

Aberrazioni Ottiche 0

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 10:03

Visite: 4481

Primo Piano

In Evidenza

Mercati - Big 4

Loading
Chart
o Apple 143.51 ▲1.24 (0.87%)
o Google 858.34 ▲15.15 (1.80%)
o IBM 160.50 ▲0.12 (0.07%)
o Microsoft 67.33 ▲0.93 (1.40%)

Mercati - Hardware

Loading
Chart
o AMD 13.12 ▲0.11 (0.88%)
o ARM $0.00 (%)
o Intel 36.59 ▲0.27 (0.74%)
o NVIDIA 102.35 ▲0.67 (0.66%)

Mercati - Fotografia

Loading
Chart
o Canon 3,501.00 ▲20.00 (0.57%)
o Fujifilm 4,014.00 ▲27.00 (0.68%)
o Nikon 1,561.00 ▲4.00 (0.26%)
o Sony 3,730.00 ▲138.00 (3.84%)
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente