DigitalNewsChannel

La profondità di campo in fotografia

In ambito fotografico, la profondità di campo è un fenomeno col quale si ha a che fare ogni qualvolta ci si pone dietro la fotocamera per immortalare un soggetto e, sebbene spesso non se ne conoscano i principi di base, ognuno di noi ha imparato che per realizzare uno scatto bisogna prima “mettere a fuoco” ciò che si desidera, poiché generalmente qualche parte della foto rimarrà sfocata.

Oggi ci addentriamo dunque nei meccanismi per i quali certe parti dell’immagine risultano nitide ed altre no, cercando di comprendere come sfruttare la cosa a nostro favore per riuscire infine a stabilire a priori e quindi a controllare l’effetto della profondità di campo sulle foto che andremo a scattare.

Pdc 1

Ultima modifica il Mercoledì, 17 Ottobre 2012 12:44

Visite: 3603

Le aberrazioni ottiche: come, quando e perché - II parte

Riprendiamo il discorso sulle aberrazioni ottiche che avevamo lasciato in sospeso dopo la trattazione dei fenomeni relativi alla luce monocromatica. Oggi parleremo delle cosiddette aberrazioni cromatiche che, come avevamo accennato, si presentano quando il fascio luminoso viene scomposto nelle sue componenti a seconda della diversa lunghezza d'onda.

Aberrazioni Ottiche 0b

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 10:04

Visite: 4153

Le aberrazioni ottiche: come, quando e perché - I parte

Prima o poi capita a tutti di guardare una foto che appare sensibilmente deformata rispetto alla riproduzione della scena reale che si voleva ottenere. E' un fenomeno assai comune ma del quale spesso si ignorano le cause e che viene ancor più di frequente accettato come un comportamento fisiologico della propria fotocamera. In parte è vero, in parte no.

Chi ha abitualmente a che fare con le reflex e di conseguenza con diversi obiettivi ha ben presente il problema, ma sono in pochi a conoscere le basi di quello che è, a tutti gli effetti, un fenomeno proprio di qualsiasi ottica e per questo una caratteristica immutabile così come ad esempio la lunghezza focale e l'apertura del diaframma. Fortunatamente però non tutto è perduto e le opzioni di correzione oggi non mancano, basta solo sapere quali siano e come utilizzarle.

Per prima cosa partiamo da un assunto inevitabile: la lente perfetta non esiste e non può esistere. Il perché lo vedremo poi, per ora prendiamolo per buono. Da questo deriva direttamente un'altra considerazione: per quanto un obiettivo possa essere di alto livello mostrerà sempre fenomeni di aberrazione più o meno accentuati, e tanto maggiore sarà la qualità di esso (e generalmente quindi anche il costo) tanto minori i difetti riscontrabili (ma non nulli).

Aberrazioni Ottiche 0

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 10:03

Visite: 4407

Come funziona l'istogramma

Ovunque si parli di immagini digitali, è ormai prassi ricorrente trovare un istogramma che riassume la diffusione dei pixel su differenti livelli, ma non tutti sanno leggere correttamente questo grafico, vedendolo al massimo come un optional per “esperti”, quando invece è estremamente semplice capirne i meccanismi. Un volta compreso come funziona e a cosa serve un istogramma nelle immagini, vedremo aprirsi diverse possibilità dove prima probabilmente si rimediava “a occhio”, riuscendo ad ottenere risultati migliori con uno sforzo molto minore, sia in termini di passaggi necessari che di tempo effettivo.

L’istogramma lo troviamo praticamente ovunque, dai software di fotoritocco alle fotocamere digitali, ed in effetti la sua utilità, se ben interpretato, fa si che si possano risolvere situazioni altrimenti complicate da valutare solo a livello percettivo.

Istogramma 1

 

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 10:03

Visite: 5080

Cos'è il ColorChecker e come si usa

L’ormai famoso cartoncino nasce da un’idea di C.S McCamy, H. Marcus e J.G. Davidson all’interno dell’allora Macbeth Company, nel 1976. Pubblicato inizialmente come articolo intitolato “A Color-Rendition Chart”, questo schema di placche colorate è diventato negli anni un must per tutte quelle applicazioni grafiche che necessitavano di una perfetta corrispondenza tra l’immagine reale e quella catturata. Passato di mano in mano per diverse aziende prima di arrivare oggi ad essere distribuito da X-Rite, che detiene i diritti della Gretag-Macbeth, pur avendo cambiato nome per varie volte nella sostanza è rimasto pressoché identico.

 Colorchecker 1

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 10:03

Visite: 7492

Primo Piano

In Evidenza

Mercati - Big 4

Loading
Chart
o Apple 137.14 ▲0.48 (0.35%)
o Google 827.99 ▼0.65 (-0.08%)
o IBM 180.63 ▼0.72 (-0.40%)
o Microsoft 64.15 ▼0.47 (-0.73%)

Mercati - Hardware

Loading
Chart
o AMD 14.94 ▲0.82 (5.77%)
o ARM $0.00 (%)
o Intel 36.61 ▲0.08 (0.23%)
o NVIDIA 104.58 ▲3.12 (3.08%)

Mercati - Fotografia

Loading
Chart
o Canon 3,292.00 ▼17.00 (-0.51%)
o Fujifilm 4,324.00 ▼24.00 (-0.55%)
o Nikon 1,705.00 ▼19.00 (-1.10%)
o Sony 3,454.00 ▼32.00 (-0.92%)
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente