DigitalNewsChannel

Radware annuncia il primo Application Delivery Fabric per l’ITaaS

Radware annuncia la nuova fase della strategia di Virtual Application Delivery Infrastructure (VADI) costituita da nuove piattaforme di application delivery controller (ADC) per un’ottimizzata interoperabilità di gestione e orchestrazione dei data center, cui si aggiunge il supporto totale degli hypervisor e la nuova tecnologia AppShape, che offre  il primo application delivery Fabric.

radware

ADC Fabric di Radware  è un ‘primus’ in assoluto per l’application delivery virtuale,  in quanto sfrutta il concetto di pool di risorse ADC virtuali (vADC) di data center singoli o multipli: ADC Fabric trasforma  l’ADC fisico da “unità” (o dispositivo) a “servizi”, a prescindere dalle risorse computing esistenti,  e rende ogni operazione più semplice e molto più agile. Questa configurazione  supera inoltre i limiti del modello precedente, che richiedeva  due ADC identici per garantire la ridondanza: ADC Fabric supporta una coppia di form factor cross-ADC ridondanti, con scalabilità illimitata e alta resilienza.

Sostituendo gli ADC tradizionali con istanze vADC e con l’adozione di ADC Fabric, gli IT manager di data center  possono assegnare un’istanza vADC ad un’applicazione, un reparto o un cliente, creando praticamente un silos applicativo totalmente virtuale.  Ciò semplifica grandemente la gestione e le operazioni, in quanto  su quel silos è possibile effettuare un upgrade singolarmente, senza toccare gli altri silos. Ognuno di essi può avere il completo isolamento da fault,  grazie ai propri componenti dedicati (server, storage, vADC), a garanzia di prestazioni e SLA.  Il risultato è maggiore agilità e mobilità, bursting all’interno di un singolo data center o in cross con altri data center.

L’elemento chiave alla base di ADC Fabric è una nuova tecnologia – AppShape, sempre di Radware – che offre una prospettiva di applicazione nel progettare l’infrastruttura del data center in funzione di esigenze applicative specifiche. Con AppShape viene accelerato in modo drammatico il lancio di nuove applicazioni e nuovi servizi, integrabili  nei data center virtuali e negli eco-sistemi cloud.

Nuove piattaforme ADC che offrono i rapporti di consolidamento ADC più elevati (fino a 480 istanze virtuali in un singolo dispositivo) combinate con servizi VADI che semplificano in modo dinamico il provisioning, il decommissioning, lo scale-up o la migrazione di istanze ADC:  così Radware  porta la strategia VADI ad un livello fin qui mai raggiunto, tale da consentire al business di adeguarsi alle esigenze  finanziarie e tecniche imposte dalle attuali dinamiche dell’economia. Le imprese  sono costantemente alla ricerca di nuovi sistemi che trasformino asset e competenze dell’information technology, ormai un po’ cristallizzate,  in servizi consolidati, flessibili, in grado da un lato di ridurre costi operativi e d’infrastruttura, dall’altro di adeguarsi, in tempo reale e ad una frazione dei costi attuali, ad un business in continua evoluzione.

“Radware ha ben presente la pressione tecnologica ed economica cui sottostanno oggigiorno i data center di aziende e carrier”, ha dichiarato Avi Chesla, Chief Technology Officer di Radware. “Con la strategia VADI, Radware introduce  una nuova tecnologia di application delivery abstraction layer che permette alle imprese di configurare i nostri dispositivi di application delivery nel modo più adeguato alle proprie esigenze di business, eliminando le tradizionali complessità della gestione ADC,  e ottenendo risorse di rete e di elaborazione, disponibilità elevata, sicurezza, ed altro ancora. L’azienda può così concentrarsi unicamente sul proprio business.”

“L’abstraction layer ADC consente un controllo agevole dell’ADC Fabric, quindi offre   una soluzione di application delivery chiavi-in-mano per ogni tipologia di azienda, impresa o carrier, e che costituisce un valido aiuto per la definizione di infrastrutture per ambienti virtuali o cloud  flessibili, cost-effective, resilienti,  al massimo livello oggi possibile”, ha concluso Chesla.

Gli elementi d’innovazione

I servizi del nuovo ADC - AppShape:  è una tecnologia  mirata ad accelerare, semplificare e ottimizzare l’utilizzo dell’applicazione con un approccio olistico. Con AppShape i tempi di installazione e collaudo si riducono di un fattore 10x-100x, con un  taglio dell’86% dei costi. AppShape offre:

·              Template progettate specificamente  per le applicazioni più diffuse (Microsoft, SAP, Oracle) che permettono di configurare tutte le opzioni ADC desiderate con grande facilità, e di attivare le applicazioni più velocemente con meno errori. Inoltre, queste template possono essere in condivisione all’interno del data center e riutilizzate quando serve.

·              Operatività efficiente dell’application delivery per mezzo di una visione application-centrica di parametri applicativi specifici per la sintonizzazione dei servizi, cui si aggiunge una capacità di auto-individuazione che effettua la scansione delle risorse,  identifica i cambiamenti e li sincronizza all’ADC senza bisogno di intervento umano.

·              Semplificazione delle schermate di reporting e management per una visione application-centrica, con carico completo e visibilità totale di applicazioni SLA, performance, conformità a norme e regolamenti.

Nuova piattaforma ADC – Alteon 5224: ultimo arrivato nella linea di prodotti Alteon, è progettato per aiutare le imprese  ad iniziare il viaggio nel cloud senza  timore di incorrere in costi eccessivi. E’ la soluzione ideale  per le aziende di medie dimensioni: Alteon 5224  incorpora l’ADC-VX di Radware e permette di creare una piattaforma di consolidamento innovativa e on-demand capace di supportare  fino a 24 istanze vADC, con una produzione fra 1 e 14 Gbps.

Alteon 10000 Piattaforma High-End per provider di servizi, hosting e cloud: Radware rende noto che oggi la piattaforma ADC-VX gira anche su piattaforma Alteon 10000, rendendola l’unica soluzione ADC in grado di gestire l’intera gamma di esigenze dei vari segmenti di mercato. Alteon 10000  ora può supportare, on demand, fino a 480 vADC , con una produzione fino a 80 Gbps per una soluzione che può creare vADC su singolo dispositivo  fino a 30 volte in più  rispetto a soluzioni di altri vendor, con risparmi significativi in termini di hardware e costi operativi, e con un ROI più rapido rispetto a qualsiasi altra soluzione di consolidamento oggi disponibile. Con la creazione di istanze vADC separate, totalmente isolate – sia applicazioni individuali per le aziende, sia servizi per singoli customer forniti da provider cloud, hosting  e carrier – la piattaforma Alteon 10000 assicura elevata disponibilità, integrità SLA, performance con supporto multi-tenant.

Ampliamento Supporto Alteon VA: Alteon VA  è un vADC usato come dispositivo virtuale su infrastruttura virtuale di server generici (VI). Oltre a VMware ESX/ESXi, oggi viene offerto anche ai principali hypervisor, inclusi KVM, Microsoft Hyper-V, Open Zen, ed è l’unico softADC che può girare su ciascuno di questi hypervisor.

Miglioramento Interoperabilità di vDirect: vDirect plug-in e SDK  facilita l’integrazione rapida e semplice dell’ADC Fabric in un sistema di gestione data center virtuale e cloud. La funzionalità plug-in  fornisce tutti i blocchi e le interfacce necessarie  ai sistemi di management ed orchestrazione del data center per l’approvvigionamento, il decommissioning, la configurazione e il monitoring di vADC e delle risorse  di elaborazione  di un data center virtuale. vDirect supporta vCloud Director e vCenter Orchestrator di VMware, semplificando  l’approvvigionamento di applicazioni virtuali di ambienti vCloud estendendolo alle risorse ADC virtuali.

I principali vantaggi

Con ADC Fabric, Radware rende disponibili la densità vDirect più alta e il miglior rapporto di consolidamento ADC, al costo per vADC attualmente più basso in assoluto, quindi con prospettive di risparmi considerevoli. Inoltre, la tecnologia AppShape come parte di ADC Fabric assicura ai clienti un avvio molto più rapido dell’applicazione, una business agility unica abbinata alla massima efficienza operativa.

Non solo, i customer possono beneficiare del pionieristico approccio di Radware all’ADC on-demand, ancor più valorizzato dall’ADC Fabric per scalabilità on-demand davvero unica per istanze ADC virtuali, produzione e servizi di application delivery combinati con la capacità di passare dallo scale-out di dispositivi nell’ambito del fabric o al di fuori del data center, guadagnando in agilità e con la protezione ottimale dell’investimento.

Prezzi e Disponibilità

Con la strategia VADI 2.0, tutti i prodotti e le tecnologie sono disponibili per installazioni ADC tradizionali o virtuali/cloud computing. Prezzi su richiesta.

Fai il login per postare un commento

In Evidenza

Mercati - Big 4

Loading
Chart
o Apple 153.20 ▼0.60 (-0.39%)
o Google 950.72 ▲1.90 (0.20%)
o IBM 152.14 ▲0.11 (0.07%)
o Microsoft 68.51 ▼0.17 (-0.25%)

Mercati - Hardware

Loading
Chart
o AMD 10.94 ▲0.05 (0.46%)
o ARM $0.00 (%)
o Intel 36.00 ▲0.14 (0.39%)
o NVIDIA 138.37 ▲1.34 (0.98%)

Mercati - Fotografia

Loading
Chart
o Canon 3,799.00 ▲22.00 (0.58%)
o Fujifilm 4,035.00 ▼15.00 (-0.37%)
o Nikon 1,708.00 ▼8.00 (-0.47%)
o Sony 3,998.00 ▲41.00 (1.04%)
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente