DigitalNewsChannel

Brocade potenzia i vantaggi del cloud attraverso blocchi di computing aperti, multi vendor e virtuali

Brocade ha apportato significativi avanzamenti all’architettura CloudPlex con i nuovi Brocade Virtual Compute Block, costituiti da bundle di soluzioni multi vendor integrate, testate e qualificate di risorse server, virtualizzazione, networking e storage. A ulteriore dimostrazione delle solide partnership di Brocade, queste nuove soluzioni sono già disponibili, e vengono fornite e supportate in collaborazione con partner del calibro di Dell, EMC, Fujitsu, Hitachi Data Systems e VMware.

brocade

Questo approccio aperto costituisce un principio sottostante dell’architettura Brocade CloudPlex, annunciata nel maggio scorso come framework aperto e ampliabile che permette di costruire data center distribuiti e virtualizzati di prossima generazione in un modo semplice ed evolutivo, consentendo ai clienti di mantenere la possibilità di decidere tutti gli aspetti della migrazione. È inoltre la base per blocchi di computing integrati, che supporta l’infrastruttura multi vendor esistente per unificare tutte le risorse in un unico ambiente di computing e storage.

“Le aziende cercano di massimizzare i benefici del cloud computing attraverso un’infrastruttura più efficiente, con componenti preintegrati, supporto più rapido e una più ampia scelta di prodotti best-in-class per rispondere a specifiche esigenze di business,” spiega John McHugh, chief marketing officer di Brocade. “I Brocade Virtual Compute Block sfruttano l’Ethernet fabric e i fabric SAN Fiber Channel per permettere ai partner di creare stack integrati che ottimizzino i costi, la flessibilità e le performance. Trattandosi di soluzioni aperte, i clienti possono scalare i componenti in modo indipendente e utilizzare al meglio le infrastrutture legacy.”

Secondo una ricerca di IDC (“Worldwide Datacenter Network 2011-2015 Forecast e Analyst”, di Lucinda Borovich, IDC, dicembre 2010), “le aziende operano per creare un data center dinamico reso possibile dalla virtualizzazione, e stanno migrando verso architetture nelle quali server, storage e la rete siano in forte allineamento con le infrastrutture convergenti. IDC definisce un’infrastruttura convergente il luogo in cui le risorse server, storage e di rete sono considerate come un pool da assegnare in base alle esigenze dei servizi di business. In base alla ricerca di IDC, i benefici più significativi che le aziende possono ottenere attraverso l’implementazione di un’infrastruttura convergente sono: contenimento dei costi, gestione semplificata, migliore disponibilità, maggiore flessibilità e utilizzo più elevato.”

Fai il login per postare un commento

In Evidenza

Mercati - Big 4

An error occured during parsing XML data. Please try again.

Mercati - Hardware

An error occured during parsing XML data. Please try again.

Mercati - Fotografia

An error occured during parsing XML data. Please try again.
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente