DigitalNewsChannel

Alcatel-Lucent aiuta le aziende ad adottare pienamente il cloud

Alcatel-Lucent compie oggi un altro importante passo nell’offrire alle aziende servizi cloud sicuri, affidabili e dalle alte prestazioni grazie all’introduzione di un’importante soluzione all’interno del portfolio enterprise che incrementa in modo sostanziale la capacità dati, la velocità e le prestazioni delle reti dei data center aziendali. Questo nuovo miglioramento, che interessa le numerose aziende che hanno adottato a livello mondiale lo switch OmniSwitch 6900, offre lo stesso tipo di esperienza sia con i servizi cloud sia con le applicazioni installate nei loro stessi data center.

OmniSwitch 6900

Numerose aziende guardano al cloud per avere maggiore flessibilità e più ampio controllo sui costi. Fino ad oggi, tuttavia, molte di esse si sono dimostrate riluttanti ad adottare pienamente servizi cloud a causa dei timori circa la disponibilità, la sicurezza e le prestazioni dei loro dati e applicazioni mission-critical. Il nuovo modulo ad alta capacità Alcatel-Lucent 40 gigabit Ethernet (GigE) per l’OmniSwitch 6900, aiuta le aziende a preparare le loro reti di data center per una categoria emergente di servizi chiamata ‘carrier cloud,’ che offre bassa latenza, migliore controllo della larghezza di banda e la capacità di garantire qualità del servizio. 

Il nuovo modello permette di collegare insieme switch multipli per formare il Pod 40 GigE Pod, che introduce un’ampia gamma di miglioramenti nelle prestazioni delle reti di data center aziendali, compresa la creazione di una latenza estremamente bassa e il collegamento ad alta capacità tra i server. Aspetto altrettanto importante, il Pod 40 GigE consente alle aziende di supportare una vasta gamma di servizi a banda larga quali video, trasferimento di file di grandi dimensioni, collaborazione real-time e strumenti di produttività per il business e altro ancora.

Il Pod 40 GigE rappresenta un’importante evoluzione di Alcatel-Lucent Mesh, soluzione pluripremiata che riunisce il meglio del cloud con le reti di data center aziendali.

Zeus Kerravala, direttore di Yankee Group dichiara: “Le aziende devono essere in grado di poter scegliere quali applicazioni conservare nel proprio data center e a quali poter accedere tramite cloud. Allo stesso modo, i loro data center devono essere sufficientemente flessibili per beneficiare di tutte le funzionalità del cloud, supportando al contempo le interazioni tra il cloud e le applicazioni hosted. Alcatel-Lucent ha apportato migliorie di ordine pratico nei data center, sia in termini di affidabilità sia di scalabilità per le aziende di grandi e piccole dimensioni. Con questa soluzione, Alcatel-Lucent Enterprise fornisce un luogo sicuro per fare business sia che ciò avvenga all’interno del data center aziendale sia nel cloud.”

Costruire un Ecosistema Cloud Aziendale

Insieme al lancio del Pod 40 GigE, l’azienda ha esteso il suo ecosistema di ‘Data Center Switching Partner’ includendo aziende come Emulex, NetApp e VMware, per consentire ai clienti di implementare e rendere più facile l’adozione di soluzioni di data center. Questo evidenzia l’impegno dell’azienda verso gli standard aperti, assicurando che i dispositivi Alcatel-Lucent possano operare senza problemi e con continuità insieme a quelli di altri leader nel settore.

Shaun Walsh, vice president del marketing Emulex afferma: “Siamo costantemente impegnati nell’aiutare i nostri clienti a preparare le loro infrastrutture per il futuro. Questo focus si coniuga perfettamente con l’approccio di Alcatel-Lucent verso il nuovo ecosistema di Enterprise Data Center Switching Partner. Siamo orgogliosi di essere soci fondatori del programma di ecosistema che darà ai clienti la sicurezza di implementare soluzioni pienamente interoperabili.”

Contributi offerti dai Data Center Switching Partner

  • Il test di integrazione tra Alcatel-Lucent OmniSwitch e il 10 GigE network interface cards (NICs) di Emulex è stato completato, assicurando implementazioni a basso rischio del Pod e del Mesh di Alcatel-Lucent con server differenti.
  • Il test di verifica riguardo l’utilizzo di vNP di Alcatel-Lucent per i movimenti automatizzati delle Virtual Machine (VM) con il vCenter di VMware è stato completato e l’integrazione tra OmniVista 2500 Virtual Machine Manager (VMM) di Alcatel-Lucent e il hypervisor di VMware è stata dimostrata per le funzionalità di dashboard e provisioning di vMotion
  • Diversi test sono stati svillupati combinando il Mesh e l’array di storage NetApp con il Virtual Desktop Applications
  • Alcatel-Lucent ha recentemente partecipato a un test di interoperatività multi-vendor sponsorizzato dall’IEEE sul protocollo Shortest Path Bridging (SPB).
Fai il login per postare un commento

In Evidenza

Mercati - Big 4

Loading
Chart
o Apple 143.65 ▼0.14 (-0.10%)
o Google 905.96 ▲31.71 (3.63%)
o IBM 160.29 ▼0.03 (-0.02%)
o Microsoft 68.46 ▲0.19 (0.28%)

Mercati - Hardware

Loading
Chart
o AMD 13.30 ▼0.32 (-2.35%)
o ARM $0.00 (%)
o Intel 36.15 ▼1.28 (-3.42%)
o NVIDIA 104.30 ▼1.34 (-1.27%)

Mercati - Fotografia

Loading
Chart
o Canon 3,696.00 ▼35.00 (-0.94%)
o Fujifilm 4,134.00 ▼17.00 (-0.41%)
o Nikon 1,590.00 ▼18.00 (-1.12%)
o Sony 3,759.00 ▼3.00 (-0.08%)
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente