DigitalNewsChannel

Oppo N1, Xiaomi Mi3 e Meizu MX3: gli smartphone cinesi mostrano i denti

Indice

E' finito il tempo in cui uno smartphone cinese equivaleva ad un prodotto di bassa qualità. Ormai esistono produttori in grado di competere, se non per fama, almeno per qualità realizzativa con i grandi brand internazionali. Alcuni marchi in particolare si sono distinti negli ultimi anni per aver lanciato sul mercato terminali molto interessanti a prezzi estremamente competitivi. Parliamo di Oppo, Xiaomi e Meizu, approfittando del fatto che proprio in questi giorni hanno presentato nuovi modelli che non meritano di certo di passare inosservati.

Oppo Xiaomi Meizu

Oppo è un'azienda cinese con sede a Dongguan che è nata nel 2004 producendo dispositivi elettronici di varia natura, ma è solo nel 2008 che si è spinta nel mercato della telefonia mobile riscuotendo in breve tempo un enorme successo. La consacrazione internazionale è avvenuta meno di un anno fa con il lancio del Find 5, smartphone che tuttora riesce a competere ad armi pari con i più prestanti e blasonati modelli in commercio. Da meno di un mese ha tentato il bis proponendo il dual sim R819 e finalmente ieri è stato ufficializzato l'atteso N1, un phablet dalle caratteristiche di tutto rispetto che porta con sé feature interessanti unite, come da tradizione, ad un prezzo altamente competitivo.

Xiaomi è invece nata a Beijing (Pechino) nel 2010 e da subito ha fatto parlare di sé in modo piuttosto controverso. Dapprima additata come tipica azienda inseguitrice della filosofia Apple ma produttrice di dispositivi di dubbia qualità, poi elevata al rango di innovatrice quando si è cominciato a guardare con interesse ai suoi smartphone economici ma capaci di attirare l'attenzione dell'utenza anche al di fuori dei confini nazionali, merito in particolare della marea di acquirenti che l'anno scorso hanno fatto man bassa del Mi2.

Xiaomi ha saputo comunque farsi strada e, in poco più di un mese, ha portato a casa una serie di consensi che fanno ben sperare per il futuro dell'azienda, ad oggi quotata più di Blackberry e che non sembra voler arrestare la sua crescita. In primis ha ingaggiato come vice presidente Hugo Barra prendendolo direttamente dai piani alti di Google, per poi annunciare l'espansione sul mercato internazionale subito dopo (anche se probabilmente non se ne vedranno i frutti che tra qualche mese), ed infine lanciando il suo nuovo terminale Mi3, made by Foxconn (sempre seguendo la scia della Mela), che già comincia ad impensierire i rivali sul mercato globale.

Meizu, probabilmente la meno conosciuta nel nostro continente, muove i suoi primi passi nel 2007 a Zhuhai e si fa apprezzare dal grande pubblico principalmente dopo essere entrata nel mercato della telefonia mobile, in particolare grazie al successo dell'MX. Sebbene ancora non abbia dichiarato intenzioni di volersi aprire a livello internazionale, questo non ha ostacolato un gran numero di suoi fan che è riuscita ad accaparrarsene i prodotti tramite i soliti canali alternativi. Proprio questo mese però, Meizu ha deciso di dare un nuovo scossone all'affollato mercato della telefonia cinese, annunciando il nuovo gioiello della casa: Meizu MX3.

In sostanza abbiamo tre aziende desiderose di tentare il colpo grosso puntando su modelli altamente competitivi e concorrenziali, pronte a stupire e a catturare l'interesse di molti anche al di fuori dei confini nazionali. Ci riusciranno? Voltiamo pagina e giudicate da voi.

In Evidenza

Mercati - Big 4

Loading
Chart
o Apple 141.42 ▲1.58 (1.13%)
o Google 829.59 ▼0.87 (-0.10%)
o IBM 174.78 ▲0.90 (0.52%)
o Microsoft 65.03 ▲0.82 (1.28%)

Mercati - Hardware

Loading
Chart
o AMD 14.10 ▲0.28 (2.03%)
o ARM $0.00 (%)
o Intel 35.37 ▲0.33 (0.94%)
o NVIDIA 108.07 ▲2.16 (2.04%)

Mercati - Fotografia

Loading
Chart
o Canon 3,486.00 ▲1.00 (0.03%)
o Fujifilm 4,449.00 ▲15.00 (0.34%)
o Nikon 1,633.00 ▼3.00 (-0.18%)
o Sony 3,529.00 ▼24.00 (-0.68%)
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente