DigitalNewsChannel

Oppo N1, Xiaomi Mi3 e Meizu MX3: gli smartphone cinesi mostrano i denti

E' finito il tempo in cui uno smartphone cinese equivaleva ad un prodotto di bassa qualità. Ormai esistono produttori in grado di competere, se non per fama, almeno per qualità realizzativa con i grandi brand internazionali. Alcuni marchi in particolare si sono distinti negli ultimi anni per aver lanciato sul mercato terminali molto interessanti a prezzi estremamente competitivi. Parliamo di Oppo, Xiaomi e Meizu, approfittando del fatto che proprio in questi giorni hanno presentato nuovi modelli che non meritano di certo di passare inosservati.

Oppo Xiaomi Meizu

Ultima modifica il Mercoledì, 25 Settembre 2013 07:26

Visite: 3004

Wi-Fi 802.11ac: la quinta frontiera senza fili

Correva l'anno 2007 quando fece la sua comparsa per la prima volta il wireless in standard IEEE 802.11n. Più veloce, più stabile e più versatile delle precedenti revision, aveva introdotto diverse migliorie che all'epoca avevano fatto vedere il Wi-Fi sotto una nuova luce, finalmente in grado di essere un valido sostituto per le connessioni cablate, o almeno quella era l'idea. Alla prova dei fatti non si poteva infatti chiamarla una rivoluzione; fermo restando che i passi avanti c'erano stati, di lavoro da fare ne restava ancora parecchio.

Le dimensioni sempre maggiori dei file, la crescente richiesta di velocità da parte degli utenti e la maturità raggiunta dall'802.11n, ormai presente anche sui dispositivi più economici, sono tutti fattori che chiedevano a gran voce uno step successivo.

802 11ac 1

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 09:59

Visite: 3193

Thunderbolt: più veloci con la luce!

Il progetto Thunderbolt, al secolo Light Peak, è finalmente stato rilasciato ufficialmente da Intel sotto forma della più veloce interfaccia di collegamento per periferiche al momento disponibile per PC.

Questa tecnologia è stata ideata per soddisfare le sempre crescenti esigenze di banda delle periferiche moderne, andando idealmente a rimpiazzare le varie PCIe, SATA, USB, FireWire, nonché le connessioni video. Più concretamente Thunderbolt mira soprattutto a PCI Express ed a DisplayPort, visto che nella sua implementazione finale si basa proprio su questi due protocolli per trasferire i dati ed adotta addirittura lo stesso connettore di Mini DisplayPort.

Thunderbolt 1

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 09:58

Visite: 6028

L'arte di distruggere documenti

Tanto tempo fa c'erano i documenti cartacei... e ci sono anche adesso. Pile e pile di carta che vanno ad occupare spazi infiniti ma che talvolta portano ad incappare nel difficile processo di eliminarli. Facile a dirsi, ma come fare in pratica?

Se tali fogli contengono dati sensibili, importanti o di qualunque genere si voglia evitare di rendere pubblici per sbaglio, non basta certo buttarli così come sono nella spazzatura: serve un metodo più efficace e sicuro.

Risale addirittura al 1909 la prima invenzione di una macchina che letteralmente tritasse i documenti per renderli illeggibili, o quasi, e quindi sicuri da gettare nei rifiuti. Purtroppo però, la trovata di Abbot Augustus Low venne brevettata ma non vide mai la luce, ed è solo nel 1935 che il tedesco Adolf Ehinger risolse il problema, modificando una macchina per la pasta nel primo distruggi-documenti dell'era moderna. Ehinger trasformò in un secondo tempo la sua idea aggiungendovi un motore elettrico e facendo una discreta fortuna fondando la propria azienda, la EBA Maschinenfabrik, principalmente rivolta ad ambienti governativi, e che, pur con la denominazione modificata in EBA Krug & Priester GmbH & Co., esiste ancora oggi.

Shredder 1

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 09:59

Visite: 8500

Cloud Cracking: nuove minacce per la sicurezza

Che bello il cloud computing! E' tutto più facile, è tutto più immediato, è tutto più sicuro! Davvero? Non ne siamo così convinti e vi spieghiamo perché. Le architetture cloud offrono certamente vantaggi innegabili per l'infrastruttura IT, dei quali abbiamo già ampiamente discusso in precedenza, ma non sono tutte rose e fiori.

C'è un pericolo che si profila all'orizzonte guardando bene tra le nuvole, e deriva proprio dalla caratteristica principale del cloud: l'alta parallelizzazione offerta velocemente e senza troppi limiti a chiunque, dovunque ed in qualsiasi momento.

Prendiamo l'ambito della sicurezza. Qual'è il fattore più potente che ad oggi impedisce che le password dei nostri conti bancari, dei nostri account di servizi, o di qualunque altro genere di protezione attiva vengano crackate? Pensateci bene, non è un qualche algoritmo matematico né una fantomatica tecnologia informatica. E' un qualcosa di molto più semplice e del quale siamo ben consci nella nostra quotidianità: è il tempo!

Cloud Cracking 1

Ultima modifica il Sabato, 29 Settembre 2012 09:59

Visite: 3175

Sicurezza. Attacchi informatici: il DoS

Dopo aver parlato dello spoofing, esaminiamo oggi quello che forse è l'attacco informatico per antonomasia, merito della sua facilità e dei numerosi tool che ne permettono il compimento anche da parte di utenti alle prime armi ma desiderosi di giocare a fare i cracker (che è ben diverso da un hacker, parola quantomai abusata), quasi sempre non avendo alcuna conoscenza di ciò che si va a mettere in atto così come delle eventuali ripercussioni per sé e per gli altri.

Stiamo naturalmente parlando degli attacchi di tipo DoS o Denial of Service, termine col quale si indica qualunque tipo di operazione avente come scopo quello di limitare o negare l'accesso ad una o più risorse di un computer ai suoi utenti prestabiliti (da non confondere con l'omonimo sistema operativo). In altre parole è l'interruzione di un servizio, così che esso funzioni in modo errato o non funzioni affatto, per un periodo di tempo definito o meno.

Sicurezza 11

Ultima modifica il Giovedì, 04 Ottobre 2012 11:49

Visite: 1798

Primo Piano

In Evidenza

Mercati - Big 4

Loading
Chart
o Apple 143.46 ▲1.19 (0.84%)
o Google 857.78 ▲14.59 (1.73%)
o IBM 160.54 ▲0.16 (0.10%)
o Microsoft 67.35 ▲0.95 (1.43%)

Mercati - Hardware

Loading
Chart
o AMD 13.10 ▲0.10 (0.77%)
o ARM $0.00 (%)
o Intel 36.60 ▲0.28 (0.76%)
o NVIDIA 102.29 ▲0.61 (0.60%)

Mercati - Fotografia

Loading
Chart
o Canon 3,501.00 ▲20.00 (0.57%)
o Fujifilm 4,014.00 ▲27.00 (0.68%)
o Nikon 1,561.00 ▲4.00 (0.26%)
o Sony 3,730.00 ▲138.00 (3.84%)
DigitalNewsChannel© 2010 - 2013 di Professional Systems Consulting srl. P.IVA: 01339090050 Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica senza espresso consenso dell'editore. DigitalNewsChannel è testata giornalistica registrata n. 4 del 16/06/2010 presso il Tribunale di Asti. Iscrizione ROC n° 21062.

Registrati

Registrazione utente